Cerca
  • Ilaria@JourneyBox

2 GIORNI A MELBOURNE: LA MIA CITY GUIDE.

Aggiornato il: 28 apr 2020

Gli australiani si dividono in due: quelli che amano Melbourne e quelli che invece preferiscono Sydney.

Sembra infatti che ci sia rivalità tra queste due città, al punto che si debba scegliere quale amare tra le due.

Per me vince Melbourne e in questo post cerco di spiegarvi cosa mi ha colpito di questa città.


Cosa vedere a Melbourne in due giorni?


PRIMO GIORNO


FEDERATION SQUARE (clicca sul nome di ciascun luogo per vedere dove si trova)


Potete cominciare la visita di Melbourne dal Central Business District (CBD) e, in particolare, dalla piazza che è simbolo di aggregazione, eventi e arte: Federation Square.

E’ qui infatti che i Melbournians sono soliti ritrovarsi per gli eventi più importanti. Ad esempio, durante le finali della Australian Footbal League, in questa piazza vengono installati dei maxi schermi per vedere le partite.

Diversi edifici si affacciano su Federation Square tra cui la Flinder Station, il centro culturale Ian Potter che ospita la National Gallery of Victoria e la cattedrale di St. Paul.

Federation Square dall'Eureka Tower

In questa piazza abbiamo incontrato per caso alcune addette al turismo che, innanzitutto, ci hanno dato un caloroso benvenuto nella loro città e poi ci hanno lasciato alcune mappe molto dettagliate della città.

Piccoli gesti che però fanno subito sentire il turista a proprio agio in una grande metropoli.


Al momento parte della piazza è occupata dal cantiere della nuova fermata della metropolitana.


BIRRARUNG MARR

Alle spalle di Federation Square, c’è questo bellissimo parco costeggiato dai grattacieli e dal fiume Yarra. Uno dei luoghi che mi è piaciuto di più a Melbourne.


ARCADES E LANEWAYS

Quando si pensa alle città australiane si può cadere nell’errore di ritenere che siano solo moderne e che non abbiano nulla di davvero caratteristico.

Sotto questo aspetto, Melbourne è davvero sorprendente grazie ai suoi portici (arcades) e ai suoi vicoli (laneways). Esistono infatti una serie di porticati (the Block Arcade, the Royal Arcade) risalenti alla fine dell’Ottocento e tantissimi vicoli in cui perdersi tra i tanti negozi e ristoranti.

Qui è obbligatoria una sosta perché l’atmosfera è qualcosa di speciale.

Noi abbiamo pranzato al Mock Turtle Cafe Bar in Degraves St, uno dei vicoletti più particolari. In questo locale si può sperimentare ciò che al momento è più di tendenza in Australia, ovvero la formula “breakfast all day”. Durante la nostra permanenza in Australia abbiamo infatti notato che i piatti pensati per la colazione si possono invece ordinare a qualsiasi ora del giorno! Questo vale soprattutto per tutti i piatti a base di uova, come le Eggs Benedict, Eggs Florentine.. ma anche per l’avocado toast (un must in Australia perché l’avocado è sempre buonissimo) e per il pumpkin toast che ho ordinato io. Buonissimo!

STREET ART

Un’altra particolarità di Melbourne sono i vicoli dedicati ai murales e ai graffiti. I punti più famosi sono Hosier Lane e AC DC Lane, dedicata al cantante Bon Scott, ex cantante della band, scomparso nel 1980.

Vi consiglio anche di vedere il murales che è stato da poco realizzato in 23 meyers place.


PASSEGGIATE PER LE VIE DEL CENTRO

Nelle vie del CBD si può respirare quella che è parte dell’essenza di Melbourne, ovvero una commistione di differenti culture, uno stile di vita moderno e sempre al passo con i tempi.

Alcune strade meritano particolarmente, come ad esempio Collins Street (nel tratto tra Elizabeth St e Exhibition St), dove potrete vedere un bel contrasto tra gli edifici più antichi e i moderni grattacieli.

Bourke Street è anche molto carina, con la sua zona pedonale.

Infine, passeggiate lungo la South Bank Promenade e ammirate lo skyline di Melbourne.

ALLA SERA

Per la cena o il dopo cena vi consigliamo un posto che merita davvero, ma che non è facile da scovare. Se ci passerete davanti senza sapere della sua esistenza, neanche ve ne accorgerete infatti!

Nascosto dietro un’anonima porta di Swanston St, si cela però un bellissimo Rooftop Bar (http://rooftopbar.co/) (che si chiama semplicemente così) e una serie di ristoranti.

In generale si respira una bella atmosfera e all’ultimo piano si può stare all’aperto anche in pieno inverno grazie alle stufette.

D’estate il rooftop si trasforma invece in un cinema all’aperto.


SECONDO GIORNO


COLAZIONE AL QUEEN VICTORIA MARKET

Spesso quando si è all’estero, noi italiani ci lamentiamo di una cosa: il caffè non è mai come il nostro.

L’Australia è stata una piacevole sorpresa anche da questo punto di vista perchè è molto diffusa la cultura dell’espresso e i processi di lavorazione del caffè sono particolarmente curati.

A Melbourne ci sono tantissimi posti dove bere un buon caffè, ma uno in particolare vi offre qualcosa in più: il Queen Victoria Market.

Questo mercato è estremamente vario ed interessante. All’interno, troverete anche la parte gastronomica, con alcuni bar dove prendere caffè e cappuccini d’asporto. Se invece volete sedervi potete optare per uno dei tanti carinissimi caffè che si affacciano lungo Elizabeth Street.

Noi abbiamo provato il Cafe Victoria, dove le colazioni sono a dir poco enormi e buonissime.


EUREKA TOWER https://www.eurekaskydeck.com.au/italian/

Una tappa imperdibile a Melbourne è la Eureka Tower, il grattacielo più alto della città con i suoi 91 piani. Là sopra la vista è mozzafiato e vale i 25 dollari di biglietto.


PRANZO A ST. KILDA


Dopo aver visitato il CBD di Melbourne, è la volta dei suoi quartieri più esterni.

Raggiungete St. Kilda per fare una passeggiata lungo il mare, pranzare con vista oceani e ammirare lo skyline di Melbourne da lontano.

A St. Kilda troverete anche un Luna Park risalente al 1912 e, se capitate di domenica, l'Esplanade Arts and Craft Market.


CARLTON E FITZROY

Questi due quartieri, separati dai bellissimi Carlton gardens, sono davvero caratteristici. Un po’ alternativi, un po’ alla moda, con tantissimi locali e belle case risalenti all’Ottocento.

Non perdetevi la tranquilla Moor Street, prima di spostarvi in uno dei tanti ristoranti di Brunswick Street o Gertrude Street.


Tappa obbligatoria è assolutamente il locale Naked For Satan, iconico rooftop bar da cui si può vedere tutto lo Skyline di Melbourne.


COME SPOSTARSI A MELBOURNE


SKY BUS LINK DALL’AEROPORTO AL CENTRO.


Se arrivate all’aeroporto di Tullamarine, il mezzo più veloce per raggiungere il centro di Melbourne è il pullman. Il biglietto costa 19.75 dollari ( o 36 dollari a/r) e in mezz’ora circa arriverete alla Southern Cross Station.

Sky bus link offre inoltre una navetta gratuita per raggiungere gli hotel situati nel CBD attiva dalle 06.30 alle 19.30.


TRAM GRATUITI IN CENTRO

Per spostarvi nel centro di Melbourne, potrete utilizzare i tantissimi tram che percorrono le vie del CBD. La cosa fantastica è che, per le fermate del centro (Free Tram Zone, clicca qui per la mappa), non è necessario acquistare alcun biglietto!

La rete dei tram è davvero ben sviluppata: potrete raggiungere facilmente ogni zona della città.


Se poi volete visitare i quartieri più esterni, come St Kilda o Fitzroy, dovrete procurarvi una tessera ricaricabile, la Miky Card al costo di 6 dollari.


IL CLIMA A MELBOURNE AD AGOSTO

Questo argomento non è meno importante perché spesso gli Australiani dicono che il clima di Melbourne sia molto variabile, al punto che ci possono essere anche quattro stagioni in un solo giorno. Si dice inoltre che gli inverni siano più rigidi rispetto a Sydney e Adelaide.

Noi abbiamo visitato Melbourne a metà agosto, quasi al termine dell’inverno, e effettivamente abbiamo trovato una giornata con clima molto variabile: alla mattina c’era un bellissimo sole con 16 gradi circa, mentre dopo pranzo è arrivata una forte pioggia per circa due ore, per poi tornare a splendere il sole.

Il giorno successivo però abbiamo avuto molta fortuna perchè è stata una giornata sempre soleggiata e tiepida, cosa abbastanza rara a quanto ci dicevano!

Effettivamente ad Adelaide e a Sydney abbiamo trovato temperature più alte (a Sydney anche 24 gradi un giorno!)

Se visitate Melbourne In inverno è quindi meglio portarsi dietro piumino, maglioni di lana e impermeabile, per essere pronti a tutto!


Concluderei dicendo che Melbourne è uno dei posti che più ho apprezzato e in cui mi piacerebbe già ritornare.. e infatti l'ultimo consiglio che vi voglio dare è questo: se riuscite, dedicate a questa città almeno tre giorni!


Guarda qui il video su Melbourne:

https://thejourneybox.wixsite.com/journeybox/post/the-best-of-melbourne-in-a-short-video

Leggi il nostro itinerario di 3 settimane in Australia: https://thejourneybox.wixsite.com/journeybox/post/australia-on-the-road-itinerario-di-3-settimane

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

© 2019  Journeybox@Ilaria -  All rights reserved -