Cerca
  • Ilaria@JourneyBox

3 GIORNI A BANGKOK: LA MIA CITY GUIDE.

Aggiornato il: 26 apr 2020

Bangkok è stato il punto di partenza per il mio primo viaggio in Indocina. E' una città immensa, vivace, che ha tantissimo da offrire.


Come visitare Bangkok?

In genere, le metropoli asiatiche sono congestionate dal traffico e Bangkok non fa eccezione.

Per questa ragione, se ne avete la possibilità, vi consiglio di non visitare Bangkok in giornate consecutive.

Utilizzate piuttosto Bangkok come base per i vostri spostamenti in Thailandia (o in Indocina in generale).

Diluendo la vostra visita, non sarete sopraffatti dal caos di questa metropoli e potrete apprezzare i tanti aspetti che Bangkok ha da offrire.


Cosa visitare a Bangkok in tre giorni?


PRIMO GIORNO.


PALAZZO REALE DI BANGKOK (orari 8.30-15.30. Biglietto 500 bath)

E’ la principale attrazione di Bangkok e i palazzi al suo interno sono molto belli, tra cui il tempio del Buddha di Smeraldo (Wat Phra Kaew)

Il palazzo è sempre molto affollato, quindi potreste scegliere di iniziare la vostra visita proprio da qui arrivando presto la mattina.

Ci sono inoltre regole molto rigide sull’abbigliamento. E’ indispensabile avere pantaloni o gonne fino ai piedi e le spalle coperte con una t-shirt. Non è sufficiente mettersi uno scialle o una sciarpa.

Se non avete l’abbigliamento richiesto, fuori dal Palazzo Reale ci sono moltissime bancarelle che affittano/vendono pantaloni e magliette.



WAT PHO (Il Tempio del Buddha Sdraiato, orari 8.00-17.00. Biglietto 100 bath)

Vicino al Palazzo Reale, è un tempio bellissimo, caratterizzato da una enorme statua reclinata di Buddha, che è la più grande della città.

Anche qui è necessario avere le spalle coperte (ma può bastare uno scialle o una sciarpa) e pantaloni o gonna fino al ginocchio.


WAT SAKET (Il Tempio della Montagna Dorata, orari 9.00-17.00. Biglietto 10 bath).

Questa è una tappa imperdibile a Bangkok. Il tempio è immerso nel verde e nel silenzio. La cima della montagna si raggiunge con alcune scalinate e, una volta arrivati in cima, vi attenderà una stupenda vista a 360° gradi su tutta la città. Il mio consiglio è di visitare questo tempio poco prima del tramonto.

CHINATOWN

Se soggiornate nel quartiere di Chinatown, cosa che vi consiglio di fare perché è molto caratteristico, non dovete perdervi una passeggiata tra gli edifici colorati, i negozi di fuochi d’artificio e le bancarelle che vendono street food. Questo quartiere è ben collegato con il centro storico grazie al traghetto (fermata Ratchawong), oltre ad essere vicino alla stazione dei treni di Hua Lamphong, dove c’è anche la fermata della metropolitana.

Alla sera Chinatown è ancora più animata e merita un secondo giro.



TALAT NOI

Vicino al quartiere di Chinatown, c’è un’altra zona caratteristica, ovvero Talat Noi. Qui troverete vicoletti con vecchi negozietti, tra cui officine meccaniche.


WAT TRAIMIT: il tempo del Buddha d’Oro (aperto dalle 8.00 alle 17.00, 40 bath). Uno dei più belli a Bangkok.


WAT ARUN: il tempio dell’Alba (aperto dalle 8.30 alle 17.30, 100 bath). Uno dei più particolari, con i suoi mosaici, che potrete anche vedere mentre attraversate il Chao Phraya col traghetto.

​SECONDO GIORNO.

MERCATO DI CHATUCHAK (Sabato e Domenica 9.00-18.00; Venerdì 18.00-24.00).

In questo enorme mercato troverete qualsiasi cosa voi stiate cercando.

Dall’artigianato moderno e antico, al cibo di strada, agli animali domestici, ai vestiti.

Non si tratta di un mercato per turisti e si tiene soltanto nei fine settimana.


KHAO SAN ROAD

E’ uno dei simboli di Bangkok e probabilmente la conoscete già grazie al film The Beach. E’ il punto di incontro dei backpackers e il posto ideale se volete conoscere altri viaggiatori. Anche se è una zona molto turistica, ha il suo fascino anche perché alla sera si riempe di bancarelle di street food.



BANGLAMPHU

Poco più a Nord di Khao San Road, ci sono una serie di stradine in cui vale la pena fare una passeggiata.

L’atmosfera è tranquilla e a tratti non vi sembrerà nemmeno di essere in una delle più grandi città del mondo.



TERZO GIORNO.

Il terzo giorno può essere dedicato alla zona moderna di Bangkok.


LUMPHINI PARK

Questo parco non è un semplice giardino. Oltre ad offrirvi una bellissima vista sullo skyline di Bangkok, questo parco vi regalerà qualche sorpresa. Potreste infatti incrociare i varani, anche piuttosto grandi, che vivono qui, oltre agli aironi bianchi.


SIAM SQUARE

Questa è la zona dei centri commerciali, punto di aggregazione per gli abitanti di Bangkok.

Il quartiere è sopraelevato rispetto alla strada sottostante (Rama I Road) e offre un punto di vista particolare sulla città.

Tra i vari centri commerciali, il più bello è senz’altro il lussuoso Siam Paragon.

Il Siam Center è invece quello più interessante per quanto riguarda il cibo perché grazie alla sua food court potrete provare tanti cibi diversi.

Mbk Centre è invece specializzato soprattutto in elettronica e al suo interno racchiude tantissimi piccoli negozi.


SILOM

Questa è la zona dei grattacieli e, inoltre qui ha sede il famoso quartiere a luci rosse di Patpong.

Potete inoltre visitare il tempio indù di Sri Mariam Man.



COME SPOSTARSI A BANGKOK?


Airport Link : è il treno sopraelevato che, in mezz’ora, vi può portare dall’aeroporto internazionale di Bangkok Suvarnabhumi al centro della città (attivo dalle 6 alle 24). Il costo del biglietto varia in base al numero di fermate che farete. In ogni caso è molto economico se considerate che per raggiungere il capolinea di Phaya Thay vi basteranno 45bath, ovvero poco più di un’euro (aggiornato a febbraio 2019).

Quando arriverete in aeroporto vi basterà seguire le indicazioni e scendere al piano interrato.

Tra l’altro, proprio al piano interrato, è dove vi consiglio di prelevare o di cambiare i vostri euro in bath.

Il tasso di cambio è infatti migliore rispetto agli uffici di cambio che troverete ai piani superiori!

Il capolinea dello Sky Train, Phaya Thay, coincide con il BTS Sky Train, un altro treno sopraelevato.

Scendendo alla fermata di Makkasan, si può invece prendere facilmente la metropolitana alla fermata di Phetchaburi.

Tutti questi mezzi sono efficienti e veloci, oltre ad essere dotati di aria condizionata.

All’ingresso di tutte le stazioni troverete sempre i controlli con il metal detector.



BTS Sky Train: Questo treno sopraelevato ha due linee la Silom Line e la Sukhumvit Line. La prima vi sarà utile per visitare l’omonimo quartiere di Silom, mentre la Sukhumvit line vi potrà portare al mercato di Chatuchak (fermata Chatuchak Park) e al Victory Monument (piazza da cui partono moltissimi pullman, tra cui quello per l’aeroporto di Don Muaeng). Entrambe le linee passano da Siam Square (fermata Siam).

Per le tariffe (che dipendono sempre dal numero di fermate che farete) guardate qui: http://www.bangkok.com/information-travel-around/bts.htm



Metropolitana: con la metro potete raggiungere facilmente la stazione dei treni di Hua Lamphong e il quartiere cinese ( fermata Hua Lamphong), il quartiere di Silom e il Parco Lumphini (fermate Si Lom e Lumphini) e il mercato di Chatuchak (fermata Kamphaeng Phet).



Traghetto sul fiume Chao Phraya: questo è un ottimo mezzo per visitare la città!

Il traghetto è super economico, vi offre un punto di vista bellissimo della città e vi permette di raggiungere il centro storico di Bangkok e i principali monumenti da vedere in poco tempo.

Per arrivare al Palazzo Reale, potrete scendere infatti al porto di Tha Chang.

Il tempio Wat Pho si raggiunge invece dal porto di Tha Tien.

Per il tempio di Wat Arun si può scendere al porto di Khun Mae Pueak.

Khao San Road e il quartiere di Banglaphoo si raggiungono dal porto di Phra Arthit.

Inoltre il traghetto vi può portare anche al quartiere cinese! (porto di Ratchawong).

Il traghetto è attivo dalle 6 alle 19.30 e il biglietto si può fare a bordo.

Ci sono diverse linee: Orange Flag, Yellow Flag, Green Flag e la Blue Flag. Quest’ultima è la linea turistica, ferma in tutti i porti ed è quindi più lenta, oltre ad essere la linea più costosa! Vi consiglio invece di utilizzare senz’altro la Orange Flag perchè è la più veloce per raggiungere tutte le principali attrazioni dato che ferma solo in alcuni porti. Inoltre è meno costosa della Blue Flag!



Tuk Tuk: è senz’altro il mezzo più caratteristico per spostarsi. Non è però il più veloce perché, per quanto i ragazzi siano abilissimi nei sorpassi, risente del traffico. Inoltre, il prezzo per la corsa deve essere sempre contrattato. Il mio consiglio è di provarlo assolutamente ma di utilizzarlo per raggiungere qualche luogo che non è collegato dagli altri mezzi pubblici, come ad esempio il bellissimo tempio di Wat Saket (la Montagna Dorata).



DOVE DORMIRE A BANGKOK?

Vi lascio i nomi dei due alberghi dove ho soggiornato e mi sono trovata molto bene, anche se sono molto diversi tra di loro!

Norn Yaowarat Hotel: nel mezzo del quartiere di chinatown, offre sia camere private sia camerate. Ambiente giovane e colazione internazionale ma anche tipica: qui ho provato i bao dolci e salati (con carne di maiale).


Royal View Resort: hotel moderno e confortevole. Colazione buonissima, dolce e salata, a buffet. Ben collegato grazie alla vicinanza al Victory Monument e alla fermata di Phaya Thay.



DOVE MANGIARE A BANGKOK?

Tha Tian Art Cafè: per un ottimo Pad Thai alle spalle del Wat Pho.

Street Food: Quartiere cinese, Khao San Road, Chatuchak Market.

Food Courts: Siam Paragon, Siam Center e Mbk Center.




ULTIMI CONSIGLI.

Aeroporto Don Mueang: è il secondo aeroporto di Bangkok ed è dedicato soprattutto ai voli low cost nazionali, pertanto vi potrà essere molto utile per raggiungere altre località in Thailandia.

L'aeroporto è raggiungibile dal Victory Monument con il bus A2 e dalla stazione di Mo Chit con il bus A1.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

© 2019  Journeybox@Ilaria -  All rights reserved -