Cerca
  • Ilaria@JourneyBox

COSA VEDERE A PHNOM PENH IN UN GIORNO

Aggiornato il: 10 dic 2020

Se siete alla ricerca di una capitale asiatica con un'atmosfera autentica, Phnom Penh può essere la tappa che fa per voi.

Spesso la Cambogia viene abbinata alla visita di un altro paese vicino (Vietnam, Thailandia, Laos..) e Phnom Penh rimane talvolta tagliata fuori.

L'attenzione dei turisti si concentra tutta sul sito archeologico di Ankgor Wat.

Ci sono però tante buone ragioni per visitare quella che un tempo era nota come la Perla d'Asia.


PERCHE' VISITARE PHNOM PENH?


Phnom Penh dal finestrino dell'aereo

Phnom Penh offre l'opportunità di conoscere il recente passato della Cambogia, che ancora oggi condiziona la nazione, e vedere a che punto si trova oggi questo Paese.


Come scrivevo qui, la Cambogia si porta ancora i segni del suo passato terribile. La globalizzazione non ha ancora intaccato questa Nazione, che oggi cerca in tutti i modi di ripartire.


Tanti sono ancora i passi da fare. Tenete infatti presente che:

- prima del 2016 non esisteva una linea ferroviaria in Cambogia e oggi ne esiste solo una che collega Phnom Penh alle località sul mare (guardate questo video per vedere il primo treno inaugurato https://www.youtube.com/watch?v=bIM0Pz_HUhM).


- a Phnom Penh non ci esistono cestini "pubblici" e non c'è un servizio raccolta dei rifiuti urbano. Ogni negozio mette, infatti, fuori dalla propria porta un bidone (tipo quelli di plastica delle vernici) dove buttare i rifiuti.


- in moltissimi incroci non ci sono semafori, né segnaletica orizzontale. Le macchine e i tuk tuk si riversano quindi tutti al centro dell'incrocio e pian piano ognuno passa. A causa del traffico molto intenso, spesso non è una città troppo adatta ai pedoni: è piuttosto difficile attraversare un incrocio!


- ad oggi la Cambogia sconta ancora il problema delle tante mine presenti nei campi, risalenti anch'esse al periodo dei Khmer Rossi, e degli ordigni inesplosi dell'epoca della guerra tra USA e Vietnam (questo recente articolo spiega proprio questo problema: https://www.ilpost.it/2020/10/27/cambogia-ratti-sminamento-decontaminazione-mine/).


Tuttavia qualche segnale di ripresa si vede all'orizzonte.

Ad esempio, sono in atto infatti degli studi per realizzare la metropolitana a Phnom Penh (https://construction-property.com/feasibility-study-on-monorail-and-metro-in-phnom-penh-under-way/)

Nel 2017, è stato inoltre ampliato il servizio di trasporto pubblico aggiungendo ulteriori linee bus: https://www.movetocambodia.com/phnom-penh/phnom-penh-public-buses/


Insomma si tratta di una città che potrà fare un balzo in avanti nei prossimi anni e che, al contempo, conserva ancora le particolarità delle città asiatiche.


In questo post, vi diciamo quindi che cosa potete vedere a Phnom Penh in un giorno.


PASSEGGIATA LUNGO IL MEKONG (RIVERSIDE PARK)


Una delle esperienze più belle che potete fare a Phnom Penh è passeggiare lungo la riva occidentale del Mekong.

Partita a calcio lungo la riva del Mekong

Non solo perché in questa zona si trovano i principali monumenti da visitare, ma perché è uno dei luoghi preferiti dei cambogiani per ritrovarsi a chiacchierare, ma anche per fare attività fisica all'aperto.


Ad esempio noi abbiamo assistito ad una vera e propria lezione di ginnastica per la terza età che potremmo vedere solo al chiuso in Italia.


Qui troverete anche tante bancarelle di cibo e venditori ambulanti che girano stracarichi.


Se ne volete trovare di più potete proseguire fino al vicino Phnom Penh Night Market, che si tiene la sera appunto. L'aspetto particolare di questo mercato è l'usanza di sedersi a terra su dei tappeti per mangiare ciò che si ha appena acquistato.


Il mercato notturno vicino al lungo fiume

L'abbiamo messa in cima alla lista delle cose da fare, ma il momento migliore per passeggiare lungo il Riverside Park è il tardo pomeriggio (quando potrete vedere anche un bel tramonto) o la sera quando si anima di più.

Il tramonto sul Mekong

WAT PHNOM

Il tempio Wat Phnom illuminato

Proseguendo verso nord, troverete il tempio più importante della città.

Il Wat Phnom ha una grandiosa scalinata e si trova su una collina.

Risalente al 1300, la leggenda vuole che una ricca vedova, di nome Penh (da cui prende anche il nome la città) trovò un grande albero di koki nel fiume. All'interno dell'albero, Penh trovò quattro statue di bronzo del Buddha e decise quindi di costruire un piccolo santuario su una collina artificiale.


Aperto tutti i giorni dalle 7 alle 18 - ingresso 1$


WAT OUNALOM


Nella direzione opposta al Wat Phnom, troverete un altro tempio, il Wat Ounalom, sede del patriarcato buddhista cambogiano.

L'interno è diviso in 44 edifici su diversi livelli.

Il ricordo più bello di questo tempio è però la partita di calcio all'interno del tempio tra i ragazzi e i monaci a cui abbiamo assistito.


Aperto tutti i giorni dalle 6 alle 18 - ingresso libero


PALAZZO REALE


Il Palazzo reale presenta i classici tetti khmer ed è una struttura imponente che domina il lungofiume. Alcune parti sono chiuse al pubblico perché vi abita ancora oggi il Re. All'interno sono presenti diverse pagode (se avete visto il palazzo Reale di Bangkok noterete una certa somiglianza).

Quella più interessante è senz'altro la pagoda d'argento, chiamata così per il suo pavimento ricoperto da oltre 5000 piastrelle d'argento. Inoltre la scalinata che porta all'edificio è costruita in marmo italiano.


Orari di apertura: 8 - 10.30 / 14-17 - ingresso 10 $


NATIONAL MUSEUM OF CAMBODIA


Situato in un altro edificio in stile khmer, il museo ospita sculture khmer provenienti da alcuni templi di Angkor Wat, opere del periodo preangkoriano, oltre a ceramiche e bronzi.

All'interno non è consentito scattare fotografie.


Orari apertura: 8 - 17 - biglietto 15 $


TUOL SLENG GENOCIDE MUSEUM


Se volete approfondire gli aspetti più tragici della storia cambogiana, potreste visitare il liceo Tuol Svay Prey, occupato dalle forze di sicurezza del dittatore Pol Pot per essere adibito a carcere di massima sicurezza. Era un vero e proprio centro di tortura e si stima che tra il 1975 e il 1978 furono incarcerate circa 17.000 persone e commessi terribili atti.

Il museo testimonia ancora oggi la follia del regimi khmer.


Orari apertura: 7 - 17.30 - ingresso 5$


CENTRAL MARKET


Per concludere la vostra giornata potreste fare un salto al mercato centrale di Phnom Pehn, situato in un edificio art decò risalente al 1937.

All'interno troverete diverse sezioni, oltre a quella del cibo (sicuramente la più interessante), tra cui quella dedicata ai gioielli, all'abbigliamento, all'artigianato locale..


orari di apertura: 7-18


E voi, siete stati a Phnom Penh? che impressione vi ha fatto?



<script data-ad-client="ca-pub-4538045833304108" async src="https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"></script>


0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

© 2021  Journeybox@Ilaria -  All rights reserved -